ASSOCIAZIONE CULTURALE EMOZIONAMBIENTE
Sede legale:
VIA DELLA
RESISTENZA 36, 55045 PIETRASANTA (LU)
PI e CF
02116930468

Emozionambiente su Facebook

SFOGLIA LA NOSTRA FOTOGALLERY

WEB SITE ÜBERSETZUNG
 


Benvenuti

L’Associazione culturale ambientale "EMOZIONAMBIENTE", a partire dalla personale e peculiare formazione, esperienze professionali e amatoriali ed i contatti di ciascun socio fondatore, ha come scopo la diffusione della cultura ambientale e la valorizzazione e promozione delle radici sociali e storico-culturali del territorio della provincia di Lucca in parte non ancora 'scoperti', in tutti i suoi aspetti, attraverso la collaborazione attiva con le realtà locali.

Chi siamo

Morescalchi Tiffany:
guida ambientale escursionistica - operatrice ed imprenditrice turistica della ricettività (campeggio e bed and breakfast) – approfondita competenza linguistica (Inglese madrelingua, Tedesco) – maturità artistica da cui le competenze grafiche

Biagi Simonetta:
guida ambientale escursionistica - accompagnatrice e guida turistica della provincia di Lucca – Laurea in Lingue e Letterature Straniere (Tedesco e Inglese)

Del Frate Diego:
guida ambientale escursionistica – esperienze maturate nei settori dell'accoglienza turistica (Centro Visite Parco Migliarino San Rossore Massacciuccoli) e della ristorazione - organizzatore eventi enogastronomici – Laurea in Filosofia e corso formazione professionale in marketing turistico

Puccetti Bartolomeo:
guida ambientale escursionistica – esperienza docenza corso aggiornamento Gae

L'associazione

Soci fondatori:
Del Frate Diego, Morescalchi Tiffany, Biagi Simonetta, Puccetti Bartolomeo.

Tutti i soci sono in possesso della qualifica professionale di guida ambientale escursionistica (GAE), conseguita attraverso il corso di formazione professionale indetto dalla provincia di Lucca nell’anno 2006/2007.

Sede legale: Pietrasanta, via della Resistenza 36.

Dallo Statuto:

L’Associazione non ha fini di lucro (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) e si propone di perseguire gli scopi associativi attraverso attività culturali, ricreative e promozionali dell’Educazione Ambientale, quali:
- valorizzare le risorse ambientali e culturali dei singoli distretti e microdistretti del territorio, primi fra tutti Apuane meridionali ed entroterra collinare, Val Freddana, Val Pedogna
- creare una rete di accoglienza insieme agli operatori economici del territorio con mutui vantaggi (pacchetti turistici)
- l’organizzazione di visite guidate in ambienti naturali e antropizzati, di incontri, corsi, mostre e manifestazioni atti a favorire la diffusione dei principi suddetti
- la programmazione di escursioni e attività in sinergia con il calendario delle manifestazioni locali e provinciali
- la realizzazione di materiale grafico promozionale, la pubblicazione e commercializzazione di libri, riviste, giornali anche su supporti elettromagnetici ed informatici.

L’Associazione potrà:
- realizzare in collaborazione con gli Enti Pubblici e non un censimento dei beni ambientali naturali locali promuovendone la conservazione, la manutenzione e valorizzazione
- promuovere ed organizzare strutture ed iniziative per il reperimento dei mezzi finanziari da destinare agli scopi sociali, compreso la gestione temporanea e non di attività commerciali
- collaborare con enti pubblici e privati e associazioni aventi scopi analoghi
- affiliarsi ad enti e associazioni

Le attività ed iniziative dell’Associazione potranno essere rivolte agli associati ed ai non associati.

A chi ci rivolgiamo

Turismo italiano e straniero alloggiato presso piccola ricettività extra- alberghiera, gruppi organizzati, studenti stranieri.

Turismo alternativo e di nicchia: turismo enogastronomico, circoli acquisto solidale, associazioni culturali e sportive amatoriali, cicloturisti, turismo femminile, città/paesi gemellati.

Utenza locale: cittadini adulti residenti nella provincia di Lucca e fuori (in caso di finanziamento bando Infea o sponsorizzazioni di altro ente).

Studenti delle scuole elementari, medie e superiori dei comuni compresi nell'itinerario e limitrofi.

Contatti

Per ricevere informazioni dettagliate sul calendario o per partecipare alle nostre iniziative puoi scriverci al seguente indirizzo di posta elettronica: info@emozionambiente.it oppure contatta direttamente una delle nostre guide:
 

Tiffany
tel: 3391990425
email: barcanelbosco@yahoo.it

Simonetta
tel: 3294932189
email: citty@libero.it

Diego
tel: 3382639604
email: diegodelfrate@virgilio.it

Bartolomeo
tel: 3293618235
email: pbart74@gmail.com

Link



"LE VIE DEL TORDELLO"
itinerari di enogastronomia versiliese

Il "Tordello", categoricamente con la "d", è il piatto più tipico della Versilia, dalle pianure alle colline, dalla riviera ai monti del marmo. "Le vie del Tordello" vi condurranno, dopo facili passeggiate tra storia e natura, fino ai ristoranti selezionati dove il "Tordello" farà da portabandiera al saporito corteo dei prodotti e delle ricette della nostra terra.
Scopri il gusto di conoscere la Versilia!

Per informazioni e prenotazioni info@emozionambiente.it oppure 338/2639604 (Diego)

Le escursioni saranno tendenzialmente di scarso impegno fisico e si terranno i martedì e i mercoledì previo raggiungimento numero minimo di 5 adulti. Per gruppi di oltre 5 adulti sarà possibile concordare anche itinerari su misura. Si consiglia di prenotare 48 ore prima; i prezzi speciali si riferiscono al menù concordato col ristoratore (che è comunque "tutto compreso", vino, pane e coperto, caffè etc... ogni variazione sarà pagata a parte).

Benvenuti nel nostro sito
La nostra associazione organizza:
Gli itinerari hanno obiettivo conoscitivo, educativo ed esperienziale, dunque di facile accessiblità.
AGOSTO 2016

dal 1 al
6 agosto
CAMPO ESTIVO 8-12 anni
Torrentismo e avventure

Fornovolasco

In cammino sugli antichi sentieri dell'acqua

Guide ambientali: Cinzia Bertuccelli
Per informazioni:
Cinzia 347 7633746
cinbertu@gmail.com

dal 8 al
13 agosto
CAMPO ESTIVO 8-12 anni
Centauri, fate e tesori nascosti

Alpe di Puntato

Una settimana sulle Apuane, tra boschi secolari e soleggiati alpeggi.
Vivremo avventure e ascolteremo leggende e racconti di questi luoghi.
Ci trasformeremo in attori grazie a maestri di teatro per creare uno spettacolo sotto la splendida cornice della Pania.

Guide ambientali:
Bartolomeo Puccetti
Per informazioni:
329 3168235
pbart74@gmail.com

Sabato
13
Poesia nell'orto sotto le stelle Colline di Massarosa


 

 

“E tu cielo dall'alto dei mondi sereni, infinito, immortale...” Serata speciale, dedicata agli amanti della poesia e non solo! L'itinerario è facile e piacevole e si snoda lungo l'antica via Aemilia Scauri, attraverso vigneti e oliveti, fino al paese di Stiava. Camminando sui prati intorno all'abitato, giungiamo infine, sul far del tramonto, all'orto del nostro amico Emanuele che ci delizierà il palato con un gustoso assaggio dei suoi prodotti a chilometro zero. Visitiamo l'orto, degustiamo i suoi frutti sotto il cielo stellato e ascoltiamo poesie che scaldano il cuore in attesa di qualche stella cadente...
Prezzo: 12 euro a persona (servizio guida)
Numero minimo partecipanti: 5
Difficoltà: escursione facile
Dislivello: 40m
Tempo di cammino: 1h
Tempo complessivo: 3h
Cosa portare: scarpe con suola scolpita, abbigliamento da trekking, zainetto, borraccia, giacca a vento
Costo della degustazione: 6 euro a persona. Punto di ritrovo: ore 19.00 località Piano del Quercione, parcheggio del cimitero
Rientro: ore 22.00 circa

Domenica
14
I prati del monte Piglione Alpi Apuane

Nelle apuane meridionali c'è una montagna magica e affascinante: il Piglione.
Per raggiungere la vetta attraverseremo un territorio ricco di tradizioni e di panorami mozzafiato. Dal paese di Ritrogoli infatti raggiungeremo l'alpeggio di campo all'orzo, testimone di un passato dai forti sapori antichi e spettacolare balcone sul mare. Dalla piccola chiesetta abbandonata di San Rocco, risaliremo lentamente gli stupendi prati fioriti del monte Piglione per arrivare infine alla vetta, punto più alto del comune di Pescaglia. Dopo esserci rifocillati, scenderemo al piccolo abitato di Rianchiani e completeremo l'anello.
Prezzo: 12 euro a persona (servizio guida)
Numero minimo partecipanti: 5
Difficoltà: escursione per persone abituate a camminare
Dislivello: 440m
Tempo di cammino: 5h
Tempo complessivo: 6h
Cosa portare: scarpe da trekking, zainetto, borraccia, giacca a vento
Pranzo: al sacco
Punto di ritrovo: ore 8.30 parcheggio Hotel Gina, via per Camaiore 33, 55064 Monsagrati di Pescaglia, Lu
Rientro: ore 16.00 circa

da Giovedì 18
a Domenica 21
La valle incantata di Mosceta Alpi Apuane

Nel cuore delle Alpi Apuane, alle pendici della Pania della Croce, si trova la valle di Mosceta, un luogo incantato ricco di pace. Il nostro soggiorno farà base proprio in quella valle, nel suggestivo rifugio Del Freo.
Tutti i giorni partiremo alla scoperta di storie diverse ma sempre suggestive: da Dante alla Linea Gotica, dagli antichi alpeggi alla casetta del geotritone, dalle cave di marmo al Baffardello, il tutto condito dagli squisiti manicaretti di Francesca.
Il soggiorno prevede una notte in cima alla Pania per ammirare lo spettacolo del sorgere del sole dalla vetta della regina delle Apuane.

18: Passo Croce 1160m - Rifugio Del Freo 1180m
Tempo 2.30h Disl. 250M in salita e in discesa.
Da Passo Croce percorriamo il sentiero Cai 129 attraverso antiche e suggestive faggete.
Vecchi casolari abbandonati e carbonaie sono le testimonianze dell'economia di un tempo. Arrivati al rifugio Del Freo ci sistemiamo per la notte. Dopo cena, tutti fuori a vedere le stelle cadenti. Serata speciale dedicata alle stelle e alle poesie di Giovanni Pascoli.

19: Rifugio Del Freo 1180m - Puntato 987m - Col di Favilla 955m - Rifugio Del Freo 1180m
Tempo 6h Disl. 300M in salita e in discesa.
Dopo un'abbondante colazione partiamo alla scoperta degli alpeggi abbandonati, testimonianza dei un'economia ormai scomparsa. Pranzo al sacco nei caratteristici prati di Puntato.
A Col di Favilla, dopo aver osservato la meridiana più alta di tutta la Toscana, andiamo alla ricerca di un vecchissimo Baffardello che si aggira tuttora tra i ruderi del paese. Cena al rifugio e serata dedicata alle leggende delle Alpi Apuane.

20: Rifugio Del Freo 1180m - Passo dell'Alpino 1080m - Rifugio del Freo 1180m - Pania della Croce 1859m
Tempo 6h + 2 facoltative Disl. 150M in salita e in discesa + 600m in salita facoltativi.
Giornata dedicata alla Linea Gotica. Dal rifugio andiamo alla scoperta dei bunker ancora presenti in zona dove vive da qualche anno una sottospecie endemica locale: il geotritone. Pranzo al sacco.
La sera, dopo cena, ci inerpichiamo sulla Pania della Croce, citata da Dante nell'Inferno, per ammirare lo spettacolo mozzafiato dell'alba in vetta.

21: Pania della Croce 1859m - Rifugio Del Freo 1180m - passo Croce 1160m
Tempo 5h Disl. 250M in salita 850m in discesa.
Scendiamo dalla Pania e torniamo al rifugio per la nostra colazione.
Dopo aver preparato i bagagli ci incamminiamo verso Passo Croce, destinazione finale del nostro soggiorno.
Rientro previsto per le 12 circa.

Costo: 110 euro a persona (guida e assicurazione)
Spese previste: 120 euro circa
Numero minimo di partecipanti: 5
Difficoltà: escursione per persone abituate a camminare
Cosa portare: zaino, borraccia, scarponi da trekking, abbigliamento da trekking, giacca a vento, mantella per la pioggia, sacco a pelo, torcia, occhiali da sole, repellente insetti.
Sistemazione: rifugio
Pasti: pranzi al sacco, cene nella struttura che ci ospita
Ritrovo: Gi 18 ore 14,00 palazzo mediceo Seravezza
Arrivo: Do 21 ore 13,00 circa a Seravezza
SETTEMBRE 2016

Sabato
10
Poesia nell'orto sotto le stelle Colline di Massarosa


 

 

“E tu cielo dall'alto dei mondi sereni, infinito, immortale...” Serata speciale, dedicata agli amanti della poesia e non solo! L'itinerario è facile e piacevole e si snoda lungo l'antica via Aemilia Scauri, attraverso vigneti e oliveti, fino al paese di Stiava. Camminando sui prati intorno all'abitato, giungiamo infine, sul far del tramonto, all'orto del nostro amico Emanuele che ci delizierà il palato con un gustoso assaggio dei suoi prodotti a chilometro zero. Visitiamo l'orto, degustiamo i suoi frutti sotto il cielo stellato e ascoltiamo poesie che scaldano il cuore in attesa di qualche stella cadente...
Prezzo: 12 euro a persona (servizio guida)
Numero minimo partecipanti: 5
Difficoltà: escursione facile
Dislivello: 40m
Tempo di cammino: 1h
Tempo complessivo: 3h
Cosa portare: scarpe con suola scolpita, abbigliamento da trekking, zainetto, borraccia, giacca a vento
Costo della degustazione: 6 euro a persona. Punto di ritrovo: ore 19.00 località Piano del Quercione, parcheggio del cimitero
Rientro: ore 22.00 circa

Domenica
11
Un sorso di Toscana classica colline lucchesi

Se volete scoprire un angolo di Toscana classica in provincia di Lucca allora questa è l'escursione che fa per voi. Il facile e piacevole giro ad anello si sviluppa sui dolci pendii delle colline lucchesi, fra vigneti e oliveti sapientemente curati, lungo i suggestivi borghi di Arsina, La Cappella e San Concordio di Moriano, adorni di chiese e campanili. Durante il percorso parleremo della coltivazione dell'olivo e della vite e delle tradizioni alimentari della lucchesia.
Prezzo: 12 euro a persona (escluso pranzo)
Numero minimo partecipanti: 5
Difficoltà: escursione facile
Dislivello in salita e discesa : 150m
Tempo di cammino: 2.30 h
Tempo complessivo: 4 h
Cosa portare: scarpe da trekking, abbigliamento da trekking, zainetto, borraccia, giacca a vento
Pranzo: al sacco
Punto di ritrovo: ore 9.00 incrocio fra la via provinciale per Camaiore e la via comunale per La Cappella
Rientro: ore 15.00 circa

da Martedì 13
a Domenica 18
Tavolara: il signore delle isole isola di Tavolara

C'era una volta un re che abitava in un'isola misteriosa, circondata da acque smeraldine e popolata da animali strani e incantati. C'era una principessa, bruna e bellissima, che sposò il bel capitano...il bimbo che nacque crebbe su quell'isola, a contatto di una natura stupenda, giocò con le foche monache e i leoni marini, rincorse le capre dai denti d'oro, gli asinelli bianchi fin sopra le vette...esplorò i fondali del mare fin dentro le tane di piovre, cernie giganti, astici e aragoste... Sembra una favola ma è tutto vero. Questo è solo l'inizio di una straordinaria avventura nata su quest'isola meravigliosa tanto tempo fa. Lasciate che la vostra Guida (e Principe di Tavolara!) vi accompagni alla scoperta di un sogno perduto...di un paradiso dimenticato...alla scoperta di Tavolara!

13: Palau - Isola della Maddalena
Tempo: 3h
L'incontro con il gruppo avverrà al porto di Palau. Da Palau, in traghetto, in circa 20 minuti raggiungiamo l'isola della Maddalena. Il nostro B&B si trova proprio nel centro storico. Sistemati i bagagli, partiamo per una breve passeggiata sulla spiaggia. Dopo il primo bagno del viaggio, cena in un ristorantino tipico di fronte al mare. Durante la cena parleremo della nostra avventura nel più piccolo regno del mondo!

14: Isola della Maddalena - Caprera - Isola della Maddalena
Tempo: 8h Disl: 100m in salita 100m in discesa.
Dal B&B ci incamminiamo verso l'isola di Caprera. Dopo aver attraversato il ponte raggiungiamo Cala Serena, posto incantevole e perfetto per il nostro bagno. Dopo pranzo saliamo al museo di Garibaldi. Visita alla casa e alla tomba dell'Eroe. Nel pomeriggio breve escursione in località panoramica. Rientro alla Maddalena, cena e pernottamento.

15: Isola della Maddalena - Palau - Olbia - Porto San Paolo
Tempo: 8h
Dopo colazione prendiamo il traghetto per Palau e, da qui, via bus raggiungiamo Olbia e quindi Porto San Paolo. Il nostro B&B si trova proprio di fronte a Tavolara! Sistemiamo i nostri bagagli, ci prepariamo per la cena e...chi ha mai visto una pizza con il manico?

16: Porto San Paolo - Tavolara - Porto San Paolo
Tempo: 8h Disl: 500m in salita 500m in discesa.
Da Porto San Paolo, in traghetto, in circa 20 minuti raggiungiamo l'isola di Tavolara. Eccoci arrivati finalmente sull'isola dei re! La montagna si erge maestosa davanti a noi. É un blocco di calcare che poggia su di un basamento granitico. Il primo giorno è dedicato alla montagna, il pranzo è al sacco. Mentre saliamo, un panorama mozzafiato si apre davanti ai nostri occhi. Ecco l'isola di Molara e Molarotto, Punta Cannone e Punta Castellaccio, andiamo alla ricerca delle capre dai denti d'oro...

17: Porto San Paolo - Tavolara - Porto San Paolo
Tempo: 8h
Di nuovo a Tavolara, stavolta per esplorare la spiaggia e il mare! La prima tappa è al cimitero di famiglia dove sono sepolti i re e i principi dell'isola...proseguiamo sulla striscia di sabbia, alla scoperta degli animali che abitano qui... il marangone dal ciuffo, l'occhiocotto, il gongilo, la lucertola blu, la lucertola tirrenica...e delle piante: la violaciocca selvatica, il vilucchio marittimo, il giglio marino...non fare il bagno in queste acque da sogno sarebbe un delitto! A pranzo dal Re di Tavolara!

18: Porto San Paolo - Olbia
Tempo: 6h
Il viaggio sta per terminare...e la nostra favola anche. C'è tempo ancora per un bagno alla baia corallina e poi...torniamo a casa con la nostra isola nel cuore. Viva Tavolara!

 

Costo: 200 euro a persona (guida e assicurazione)
Spese previste: 400 euro circa (escluso viaggio di andata da casa a Palau e di ritorno da Olbia a casa)
Minimo partecipanti: 5
Cosa portare: zaino, borraccia, scarpe da trekking, abbigliamento da trekking, giacca a vento, mantella per la pioggia, torcia, occhiali e cappello da sole, repellente insetti, crema protettiva, ciabatte, costume, telo da bagno.
Difficoltà: escursione facile
Sistemazione: B&B
Pasti: pranzi al sacco e ai ristoranti di Tavolara, cene al ristorante
Ritrovo: Ma 13 ore 16.00 porto di Palau
Arrivo: Do 18 nel pomeriggio a Olbia

da Mercoledì 21
a
Domenica 25
Sulla strada del vino e dell'olio Colline lucchesi

C'è un territorio magico, nascosto fra la valle del Serchio e il mare della Versilia: sono le Colline Lucchesi. Questo viaggio ci porterà alla scoperta di paesaggi bucolici, fra vigneti e oliveti, chiese romaniche, castelli, leggende e panorami mozzafiato.
Lasciatevi condurre in questo angolo di Toscana classica, fra cipressi e antichi casolari, olivi millenari e frantoi tradizionali, ospiti di aziende vinicole pregiate e ville del settecento. Tra una degustazione e l'altra, a poco a poco verrete catturati dal fascino delle dolci e accoglienti colline lucchesi: questa, signori miei, è la strada del vino e dell'olio.  

21: Lucca - San Michele di Moriano
Tempo: 3.30 h
Il punto di ritrovo è alla stazione di Lucca. Attraversate le mura, percorriamo tutta la città lungo la storica via Fillungo e raggiungiamo il fiume Serchio. Seguiamo l'argine del fiume e, in poco tempo, ci ritroviamo in mezzo alla campagna. Superato un frutteto, arriviamo al nostro suggestivo agriturismo Le Fornaci in località San Michele di Moriano. A cena ci aspetta l'Osteria storica di Pio con i piatti tipici della tradizione lucchese.

22: San Michele di Moriano - Arsina - La Cappella
Tempo: 4 h. Disl. 250m in salita 200m in discesa
Questa è la tappa più classica dell'intero viaggio. Attraversiamo le colline, fra viali di cipressi, vigneti, oliveti, piccoli borghi e campanili. Verso l'ora di pranzo visitiamo la caratteristica azienda vinicola Valle del Sole. Nel pomeriggio raggiungiamo l'agriturismo Le Murelle, un'antica fattoria lucchese del settecento sapientemente restaurata che si estende fra vigneti e oliveti. Ci troviamo nella magica cornice di Terre del Sillabo. Dopo aver osservato da vicino la cura e l'amore per questa magnifica terra, delizieremo il palato con una doverosa degustazione!

23: La Cappella - Pieve Santo Stefano - Gello di sopra
Tempo: 4 h. Disl. 250m in salita 150m in discesa
Attraversiamo il torrente spostandoci sul versante opposto della valle. In breve raggiungiamo Pieve Santo Stefano, uno stupendo balcone panoramico sulla piana lucchese. Dalla chiesa imbocchiamo il sentiero che, sempre attraverso vigneti e oliveti, passa vicino alla storica Tenuta di Forci. Arrivati alla sterrata scendiamo di nuovo fino al fondovalle e risaliamo fino al nostro agriturismo: l'azienda biologica Nicobio. Elena ci accoglie per mostrarci i prodotti della fattoria dalla terra...alla tavola!

24: Gello di sopra - Migliano - Gualdo - Pieve a Elici - Campo Romano
Tempo: 6 h. Disl. 500 in salita 400 in discesa
Questa è la tappa più lunga del nostro viaggio. Dal nostro agriturismo saliamo alla chiesa di San Giorgio a Orbicciano e da qui, passando per la meravigliosa chiesa preromanica di San Lorenzo, arriviamo al borgo di Migliano. Dopo aver ammirato la chiesa arroccata sul colle e il bellissimo leccio antistante, scendiamo a Valpromaro, piccolo paese del fondovalle, per incrociare la Via Francigena. Di nuovo nel bosco, proseguiamo per l'abitato di Gualdo da cui, attraverso una carrareccia molto panoramica, raggiungiamo il paese di Montigiano. Scendiamo fino al torrente sottostante e risaliamo alla stupenda chiesa romanica di Pieve a Elici che domina tutta la pianura fino al mare. Infine, un brevissimo sentiero immerso negli oliveti, ci conduce, attraversando l'antica via Aemilia Scauri alla Fattoria di Campo Romano. Visitiamo l'azienda e l'antico frantoio del '700 che usa ancora la tecnica della spremitura a freddo. Prima di cena è doveroso un saluto all'olivo millenario.

25: Campo Romano - Massarosa - Bozzano
Tempo: 2.30 h. Disl. 100m in salita 200m in discesa
Dalla fattoria di Campo Romano scendiamo a Piano del Quercione lungo la via Aemilia Scauri. Attraverso piacevoli sentieri di campagna raggiungiamo Massarosa. Dalla piazza del municipio saliamo il colle che separa la città dalla frazione di Bozzano. Arrivati a Bozzano, in breve raggiungiamo la stazione.

 

Costo: 140 euro a persona (servizio guida)
Spese previste: 290 euro circa
Minimo partecipanti: 5
Cosa portare: zaino, borraccia, scarponi da trekking, abbigliamento da trekking, giacca a vento, mantella per la pioggia, torcia, occhiali da sole, repellente insetti
Difficoltà: escursione facile
Sistemazione: agriturismi
Pasti: pranzi al sacco, cene nelle strutture che ci ospitano
Ritrovo: mercoledì 21 ore 13.30 stazione di Lucca
Arrivo: domenica 25 ore 12 stazione di Massarosa
OTTOBRE 2016

Domenica
2
L'incredibile avventura del pallone del Matanna Alpi Apuane



Sono passati più di cento anni da quando sulle Alpi Apuane comparve il pallone aerostatico frenato “Rosetta”, pensato dai proprietari dell'albergo Alto Matanna, per portare, come diceva un famoso slogan dell'epoca, “dal mare alla montagna in meno di un'ora”. Oggi di quella avveniristica e sfortunata avventura si sono perse quasi le tracce... eppure qualcosa è rimasto. Questa bellissima escursione ci condurrà proprio in quei luoghi alla scoperta di un passato lontano ma ancora attuale, un passato in cui l'uomo era un pioniere in mezzo a una natura generosa.

Prezzo: 12 euro a persona (servizio guida)
Minimo partecipanti: 5
Difficoltà: escursione per persone abituate a camminare
Dislivello in salita e discesa: m.680
Tempo di cammino: 5h
Tempo complessivo: 6h
Cosa portare: scarpe da trekking, abbigliamento da trekking, zainetto, borraccia, giacca a vento
Pranzo: al sacco
Ritrovo: ore 8.45 parcheggio nella piazza di Casoli, frazione di Camaiore
Rientro: ore 16.00 circa

Domenica
9
Sant’Anna: per non dimenticare Alpi Apuane

La resistenza in Versilia fu determinante per la caduta della Linea Gotica, l’estrema linea difensiva nazista voluta fortemente da Hitler.
Questo viaggio ad anello parte dal paese di Farnocchia e ci conduce fino a Sant’Anna, teatro del terribile eccidio perpetrato dalle famigerate SS. Visiteremo l’Ossario ed il museo della Resistenza per non dimenticare coloro che si sono sacrificati per darci la libertà.
Prezzo: 12 euro a persona
Numero minimo partecipanti: 5
Difficoltà: escursione facile
Dislivello in salita: 400m
Tempo di cammino: 3h
Tempo complessivo: 5h
Cosa portare: scarponcelli da montagna (consigliati) oppure scarpe a tennis, zainetto, borraccia, giacca a vento
Pranzo: al sacco
Spostamento: mezzi propri
La quota non comprende: pranzo, spostamento
Punto di ritrovo: ore 9.00 Palazzo Mediceo Seravezza.
Rientro: ore 16.00 circa

da Giovedì 13
a Domenica 16
Casentino: terra di eremiti e pellegrini Casentino

Eccoci finalmente nel Casentino, sulle tracce di San Romualdo, in questo tempo d'autunno mai così riflessivo e spirituale. Il Parco Nazionale ci accoglie con i suoi colori caldi e affettuosi e ci sorprende con le sue grandi foreste piene di vita. Con il passo umile del pellegrino seguiamo il sentiero fino all'Eremo di Camaldoli per osservare da vicino la semplice vita monastica e, arrivati al paese, chiediamo ospitalità per la notte.
Camminiamo lentamente, cercando le tracce del lupo e assaporando un territorio incantato, denso di tradizioni e ricco di sacralità. Giunti alla fine del viaggio torniamo a casa con una certezza: il Casentino rimane nel cuore.  

13:  Badia Prataglia 840m
Il ritrovo è a Badia Prataglia nel tardo pomeriggio, di fronte al Centro Visite del Parco. A cena, davanti a un bel piatto di prodotti tipici, parliamo del viaggio che ci aspetta.

14: Badia Prataglia 840m - Passo Tre Confini 1395m - Camaldoli 813m
Tempo: 5h Disl. 550m in salita 573m in discesa.
Dopo aver lasciato il paese ci ritroviamo subito in un castagneto da frutto, testimone dell'economia di un tempo. Saliamo sul crinale appenninico che divide la Toscana dalla Romagna e, dopo aver ammirato il panorama, proseguiamo attraverso antiche e maestose abetaie, frutto della saggezza del Granduca e faggete secolari. Arrivati all'Eremo, entriamo con profondo rispetto nella piccola cella che ospitò San Romualdo. Giungiamo infine al paese di Camaldoli dove possiamo visitare l'antica farmacia dei monaci e il monastero.

15: Camaldoli 813m - Rif. Cotozzo 1114m - Serravalle 769m
Tempo: 4h Disl. 300m in salita 345m in discesa
La mattina è dedicata ad un piccolo itinerario intorno al paese che comprende la visita al famoso Tornati in paese imbocchiamo il sentiero in salita che conduce al rifugio Cotozzo. Dopo una breve sosta scendiamo verso Serravalle attraversando uno dei tantissimi ruscelletti di cui è ricco il Casentino, citati da Dante nella sua opera immortale. Visitiamo la torre medievale che troneggia in Castagno Miraglia, un albero plurisecolare con oltre 400 anni di età. mezzo all'abitato e ci sistemiamo per la notte.

16: Serravalle 769m - Tramignone 1020 - Badia Prataglia 840m
Tempo: 3h Disl. 300m in salita 230m in discesa
Saliamo all'antico paese di Tramignone, oggi abbandonato, per godere della vista sul parco. Da qui a Badia Prataglia il sentiero diventa panoramico ed è qui dove abbiamo trovato le tracce più visibili del lupo. Dopo aver attraversato il Fosso Acquafredda in breve ritorniamo al punto di inizio completando così il nostro anello.

 

Costo: 120 euro a persona (servizio guida)
Spese previste: 135 euro circa
Minimo partecipanti: 5
Cosa portare: zaino, borraccia, scarponi da trekking, abbigliamento da trekking, giacca a vento, mantella per la pioggia, torcia, occhiali da sole, repellente insetti
Difficoltà: escursione per persone abituate a camminare
Sistemazione: albergo, foresteria, affittacamere
Pasti: pranzi al sacco, cene nelle strutture che ci ospitano
Ritrovo: Giovedì 13 ore 18.00 a Badia Prataglia di fronte al Centro Visite del Parco
Arrivo: Domenica 16 ore 12.00 circa a Badia Prataglia

Domenica
16
La fresca valle dei Mulini
colline di Camaiore

Si parte dalla visita all'antica ferriera Barsi,in località Candalla, tuttora in attività (nei giorni lavorativi). Da lì risaliremo le fresche e ombrose sponde del Rio Lombricese alla riscoperta degli antichi opifici (sec XVII - XIX) per comprendere quanto lavoro stava alla base del vivere quotidiano dei nostri antenati anche quando, attraverso continui, ingegnosi progressi, alla fatica dell'uomo si affiancò la forza dell'acqua. Al ritorno, visita di un vicino agriturismo, per degustare i genuini prodotti.
Prezzo: 12 euro a persona
Numero minimo partecipanti: 5
Difficoltà: escursione facile
Dislivello: 100m circa
Tempo di cammino: 1.30h
Tempo complessivo: 3h
Cosa portare: scarpe da trekking, zainetto, borraccia, giacca a vento
Costo della degustazione: 5 euro
Spostamento: mezzi propri
Punto di ritrovo: ore 8.45 Badia di Camaiore
Rientro: ore 15.00 circa

Domenica
23
I segreti del bosco del Fato Nero Alpi Apuane

Se vi ritenete abbastanza coraggiosi e siete alla ricerca di emozioni forti, se per voi draghi e streghe, spiriti e folletti sono solo favole per bambini, se mostri e fantasmi vi fanno sorridere e sbadigliate davanti ad un film di Dario Argento o di Lucio Fulci, allora questa è l'escursione che fa per voi: dal paese di Arni saliamo alla scoperta del misterioso bosco del Fato Nero.
Questa antica e suggestiva faggeta è ricca di leggende, avrete la sensazione di essere seguiti ad ogni passo, fate e folletti vivono dentro i grandi tronchi degli alberi ed escono fuori solo di notte, il vento fra i rami rivela, a chi lo sa ascoltare, orribili misfatti accaduti qua dentro tanto tempo fa e anche premonizioni per il futuro, inoltre, un favoloso tesoro si cela da qualche parte nel bosco e può essere trovato dai coraggiosi che si avventurano di notte nella foresta, poiché solo i raggi della luna tra gli alberi indicano il punto dove scavare... 

Prezzo: 12 euro a persona (escluso pranzo)
Numero minimo di partecipanti: 5
Difficoltà: escursione per persone abituate a camminare
Dislivello in salita e discesa: m.680
Tempo di cammino: 5h
Tempo complessivo: 6h
Cosa portare: scarpe da trekking, abbigliamento da trekking, zainetto, borraccia, giacca a vento
Pranzo: al sacco
Punto di ritrovo: ore 9.00 Arni, parcheggio sopra la chiesa
Rientro: ore 16.00 circa

da Domenica 30
a Martedì 1 novembre
Uno scrigno di tesori da Viareggio a Lucca

Un viaggio ricco di tesori tutti da scoprire! L'incanto del Liberty di Viareggio, la magia della macchia lucchese, il romanticismo del lago, il nostro adorato Maestro Puccini, la bellezza delle terme romane, il fascino del medioevo...ce n'è veramente per tutti i gusti in questo facile ma emozionante viaggio da Viareggio a Lucca.  

30: Viareggio - Torre del Lago - Massaciuccoli
Tempo: 6h
Dalla Passeggiata in stile Liberty, lungo il molo, attraverso la Macchia Lucchese raggiungiamo Torre del Lago con visita alla casa del Maestro. Una breve gita in barca ci porta a Massaciuccoli sede dell'Oasi Lipu e delle terme romane. Cena al ristorante pernottamento alla foresteria dell'Oasi Lipu.

31: Massaciuccoli - Ripafratta - Nozzano
Tempo: 7h Disl: 100m in salita 100m in discesa.
Da Massaciuccoli prendiamo la pista ciclopedonale che ci porta al paese di Ripafratta. Saliamo sulla collina ed entriamo nell'imponente castello. Il medioevo rivive magicamente intorno a noi con tutti i suoi protagonisti, Castruccio Castracani, Uguccione della Faggiola e naturalmente il nostro meraviglioso e sommo poeta Dante. Scendiamo fino ai campi pozzi del Serchio e proseguiamo per il castello di Nozzano, un gioiello intatto in mezzo alla campagna lucchese. Cena e pernottamento in B&B.

1: Nozzano - Ponte san Pietro - Lucca
Tempo: 4h
Da Nozzano proseguiamo per Lucca attraverso l'argine del Serchio. Arrivati a Ponte San Pietro svoltiamo a destra e raggiungiamo le mura di Lucca. Il fascino della città è immutato, ogni via, ogni stradella nasconde un tesoro da scoprire.

 

Costo: 90 euro a persona (guida e assicurazione)
Spese previste: 120 euro circa
Minimo partecipanti: 5
Cosa portare: zaino, borraccia, scarpe da trekking, abbigliamento da trekking, giacca a vento, mantella per la pioggia, torcia, occhiali e cappello da sole, repellente insetti, sacco a pelo o sacco lenzuolo
Difficoltà: escursione facile
Sistemazione: B&B, Foresteria
Pasti: pranzi al sacco, cene nelle strutture che ci ospitano
Ritrovo: domenica 30 ore 10,00 stazione di Viareggio
Arrivo: martedì 1 nel tardo pomeriggio stazione di Lucca
DICEMBRE 2016

da Venerdì 30
a Lunedì 2 gennaio
Capodanno in Toscana: Assaggi e paesaggi della Versilia Versilia

Viaggiare è un'esperienza multisensoriale. Vedere le bellezze dei luoghi, ascoltarne le storie, le leggende le tradizioni, gustarne i sapori, gli odori e camminarne il territorio sono solo gli ingredienti, ma un buon piatto va altre la somma di questi. Noi cerchiamo di farti "sentire" un posto, di darti un ruolo attivo nella tua esperienza. Ecco perché non solo assaporerai le bontà tipiche ma le preparerai con le tue mani insieme a noi e insieme le mangeremo, insieme cammineremo per boschi sui monti del marmo di Michelangelo e sulle mura più belle del mondo, insieme osserveremo il tramonto sul lago e le vestigia dei nostri antenati e racconteremo come vivevano e cosa mangiavano.
Storia, natura, arte e poesia, corsi e discorsi di cucina, buon vino e tutti a tavola e...Buon Anno!

30:  ore 14 arrivo al paese di Massaciuccoli e sistemazione nella Foresteria La Brilla, Centro visite del Parco. Conoscenza del gruppo e presentazione del programma. Andiamo alla scoperta dei tesori di Massaciuccoli, dalle suggestive Terme Romane all'incantevole camminamento sul lago dell'Oasi Lipu.

31:  oggi partiamo per la nostra escursione sulle orme di Michelangelo. Il sentiero corre all'interno di un castagneto da frutto e ci conduce sino all'antico abitato di Fabbiano, una località di media montagna e quindi a La Cappella, borgo caratteristico un tempo abitato da cavatori, oggi da artisti provenienti da tutto il mondo, appassionati studiosi sulle tracce di Michelangelo. Sulla facciata della chiesetta de La Cappella c'è un rosone marmoreo, noto come "l'occhio di Michelangelo", poiché tradizione vuole che l'abbia scolpita il maestro in persona. Toccando l'abitato di Azzano discendiamo infine verso il cristallino fiume Serra.

1:  andiamo in treno a Lucca nel giorno di Capodanno. Durante le feste la città diviene ancora più magica. Questo è il giorno ideale per ammirarne ogni aspetto. Dopo una passeggiata sopra le mura, visita libera del centro cittadino.

2:  dopo colazione partiamo per una piccola escursione a Candalla dove potremo visitare la valle degli opifici abbandonati e un'antica Ferriera ancora in attività. Lungo il percorso visiteremo anche le rovine del castello di Montecastrese, teatro di cruente battaglie per il controllo della Via Francigena.
Dopo la visita saluti e partenza.

Escursioni a cura di Bartolomeo Puccetti, guida AIGAE, corsi di cucina tipica del territorio a cura di Diego Del Frate.
Prezzo: euro 250 intero periodo. La quota comprende la pensione completa con pranzi al sacco. La quota non comprende gli spostamenti, il pranzo del 1° gennaio.
cosa portare: zaino, borraccia, scarpe da trekking, abbigliamento da trekking, giacca a vento, mantella per la pioggia, torcia, occhiali e cappello da sole, repellente insetti
informazioni: tel 3293618235 pbart74@gmail.com
Il programma può subire modifiche dovute alle condizioni atmosferiche